Cerca
Close this search box.

Acqua!

Dopo Buon vento!, un nuovo albo poetico, materico, ricco di curiosità e… ad alto tasso di umidità firmato da Olga Fadeeva. Nonno e nipote proseguono il loro cammino attraverso il tempo e gli elementi e stavolta si immergono nella storia, nelle invenzioni umane, nei cieli, nelle profondità terrestri e marine alla scoperta delle meraviglie e dei segreti dell’acqua.

Dal 10 marzo in libreria per Caissa Italia

scritto e illustrato da Olga Fadeeva
tradotto da Tatiana Pepe
cm 21,4×28 cm
pp. 48, copertina cartonata
euro 19,50
Collana Filopiume
ISBN 978-88-67291526

Età: 7+

In libreria dal 10 marzo

Sfoglia il libro online

Quanta acqua c’è sulla Terra? Da dove arriva la pioggia? Perché il mare è salato? E perché è blu? Chi vive sott’acqua? E sopra? E senza? A queste e tantissime altre domande risponde Acqua! di Olga Fadeeva,che accompagna lettori e lettrici in un viaggio pieno di avventure e scoperte, ma anche di strategie per tutelare uno dei beni più preziosi del pianeta Terra.
Dopo Buon vento!, uscito nella primavera del 2022, Caissa Italia presenta un nuovo albo dell’autrice e illustratrice russa, che questa volta firma un progetto “ad alta umidità”, esplorando mari e oceani, falde sotterranee, montagne galleggianti, ma anche centrali idroelettriche, pozzi e acquedotti.

Pagina dopo pagina aumenta la meraviglia. Per esempio, leggeremo di piogge ininterrotte per 250 giorni, o che alcuni pesci possono vivere nell’acqua bollente, o che la nuvola più piccola può pesare diverse tonnellate… Olga Fadeeva ci fa navigare sulla linea del tempo, dalla Mesopotamia all’Impero Romano, dal Medioevo alla Russia del XIV secolo, per svelarne usi e scrutarne invenzioni. E quando si sofferma sul presente, le sue descrizioni ci portano a veleggiare lungo meridiani e paralleli, finendo accanto ai getti d’acqua dei geyser in Usa, Islanda, Cile, o nel luogo più secco della Terra, che a sorpresa non è in una zona torrida bensì nella gelida Antartide.

Dalla natura all’uomo

Idealmente continua il viaggio iniziato lo scorso anno da un nonno e sua nipote: dopo essersi fatti trasportare dal vento e averne ascoltato le storie, i due protagonisti ammirano il mare, esplorano arcobaleni e cascate, salvano gli animali durante un’alluvione, si immergono nelle profondità del blu, si stupiscono davanti agli acquedotti romani. L’interazione umana con l’elemento liquido viene sottolineata da un espediente visivo discreto quanto efficace: il nonno è colto mentre mostra alla nipote delle foto e le racconta su quali navi ha navigato quando era un marinaio e girava il mondo.

Un intreccio accurato di informazioni scientifiche e immagini artistiche

Acqua! conferma la cifra stilistica dell’autrice: poetica e creativa, mai didascalica. Olga Fadeeva ha lavorato contemporaneamente a testi e illustrazioni per trovare la giusta misura tra contenuti informativi e soluzioni grafiche. Un processo meticoloso, certosino, il cui esito sono tavole ariose e romantiche, come paesaggi da osservare, orizzonti su cui posare a lungo il proprio sguardo.

«La cosa più difficile è stata lasciare abbastanza spazio al testo, perché l’ispirazione era talmente forte che mi spingeva a trasformare le tavole in veri e propri “quadri”. La pagina più impegnativa da lavorare è stata quella che mostra il rapporto tra terraferma e acqua (dolce e salata) sul nostro pianeta. Visivamente la soluzione adottata è molto semplice, ma è stato necessario calcolare le proporzioni. Si vede una goccia che, in termini di superficie, deve occupare il 3% di acqua dolce sull’intera massa di acqua del pianeta. Sembra incredibile che in realtà sia solo il 3%! Io stessa ho fatto i calcoli molte volte, e l’abbiamo ricontrollata ancora e ancora in redazione».
Olga Fadeeva

Raccontare la vita dell’acqua significa anche soffermarsi sugli effetti nocivi provocati dall’azione umana. Nelle ultime pagine dell’albo il nonno e la nipote si interrogano su come proteggere gli oceani dall’abbondanza di microplastiche e da altri tipi di inquinamento. Cosa possiamo fare per tutelare noi stessi e la natura? si e ci domanda Olga Fadeeva, offrendo a bambini e bambine alcuni suggerimenti e uno spazio di riflessione sull’argomento.

Con Acqua! cresce e arriva a quota sei titoli la collana di divulgazione Filopiume di Caissa Italia, nata esattamente un anno fa, nel marzo 2022, confermando il costante e crescente interesse della casa editrice verso una letteratura illustrata di non-fiction innovativa, capace di raccontare il mondo e i concetti scientifici con le lenti della bellezza e della creatività.

L’autrice e illustratrice

Olga Fadeeva è un’autrice e illustratrice russa laureata presso l’Accademia delle Arti di San Pietroburgo. Membro dell’Unione degli Artisti Russi, ha pubblicato una ventina di libri per bambini e ragazzi. Conosciuta e apprezzata a livello internazionale, è stata finalista alla Bologna Children’s Book Fair nel 2021 e nel 2022. Ha vinto il premio internazionale “Image of the book” nelle edizioni 2020, 2021, 2022, e nel 2021 il concorso russo “New Book”, che premia autori e illustratori russi di opere inedite. Nel 2022 ha ottenuto il terzo posto nella categoria “Libri per bambini” del Brightness Illustration Award. I suoi libri sono tradotti in inglese, italiano, tedesco, cinese, turco e serbo.

La traduttrice

Tatiana Pepe, , laureata in lingua russa, ha seguito un percorso accademico presso l’università di Bologna e per alcuni anni ha lavorato come traduttrice con i Paesi dell’Est. Del 2019 è l’ingresso nel mondo editoriale insieme a Caissa Italia, per cui oggi è codirettrice della collana KIDS. In casa editrice si occupa di scouting, redazione, traduzione e molte altre cose ancora. Tra i titoli di cui è più orgogliosa ci sono “Cinque minuti”, tratto dal corto pluripremiato Five minutes to sea di Natalia Mirzoyan, vincitore del premio internazionale “Image of the Book”, e “Diario di guerra” di Olga Grebennik, un accorato grido per la pace di un’artista ucraina russofona. 

Interni

Loghi

La casa editrice

Caissa Italia è una casa editrice indipendente attiva dal 2002 che si occupa di saggistica (scacchi, golf, giochi, musica, linguistica), teatro, narrativa italiana e libri per bambini. Marchio editoriale di riferimento per gli appassionati del gioco del golf e degli scacchi, settore nel quale ha vinto numerosi premi nazionali e internazionali, esordisce nel panorama dei libri per bambini nel 2017 con Giochiamo a scacchi, un raccordo quasi naturale con la produzione precedente. Il 2022 è stato un anno di svolta per la linea Kids: l’albo illustrato Amy & Louis di Libby Gleeson e Freya Blackwood ha conquistato il Premio Nazionale Nati per leggere Sezione 3-6-anni; Kris Di Giacomo si è aggiudicata il concorso IMAGE OF THE BOOK nella categoria “Best Illustration for Children’s Books” per le sue illustrazioni in Ma dove vanno a dormire di notte le farfalle?, scritto da Sara Marconi (come già Cinque minuti di Natalia Mirzoyan l’anno precedente nella categoria Original Picture Book), mentre Elanor Burgyan è risultata finalista nella stessa categoria per le sue illustrazioni nell’albo Il grande alveare, scritto daGiorgio Volpe. Nel 2023, il Diario di guerra di Olga Grebennik è stato inserito nella Honour List di Ibby Italia e un altro riconoscimento di primissimo piano, di cui non possiamo ancora svelare i dettagli, è già arrivato in casa editrice! Il nome “Caissa” rimanda alla driade protagonista di un poemetto di Sir William Jones (1763), poi diventata la dea protettrice del gioco degli scacchi. Il logo è firmato dal grafico e artista Ennio Tamburi, che ha curato il restyling della casa editrice nel 2009. L’editore e direttore editoriale è Yuri Garrett; in redazione ci sono Elena Montemaggi e Tatiana Pepe. I social sono curati da Haider Bucar.

Scarica la copertina e le immagini

Se vuoi conoscere maggiori dettagli su questo titolo invia un’email a ufficiostampa@lachicca.online

Condividi

Subscribe To Our Newsletter

Get updates and learn from the best

Scopri gli altri titoli

Compiti per le vacanze

Questa estate prendi un pezzetto di cielo, disegna un sentiero nel bosco, trova una stella danzante… La neovincitrice del Premio Andersen Eva Rasano ci offre

Diana e il segreto dei lupasky

Il terzo titolo della collana Border per lettori YA ci fa viaggiare da Roma a New York, dall’Australia al Brasile fino al Circolo polare artico