Cerca
Close this search box.

Un mammut nel frigorifero in simboli WLS

Torna in libreria con Officina Babùk, in una nuova versione accessibile e inclusiva grazie ai simboli WLS, Un mammut nel frigorifero, gioiello di Michaël Escoffier e Matthieu Maudet, due autori capaci di aprire una finestra sull’infanzia che tenacemente cela agli adulti i propri segreti.

Un mammut nel frigorifero in simboli WLS
di Michaël Escoffier e Matthieu Maudet
traduzione di Federica Rocca
versione in simboli di Enza Crivelli e Sante Bandirali
Copertina cartonata, illustrazioni a colori
Prezzo: 12 euro
Pagg. 36 | 19,5 x 20 cm
Età di lettura consigliata: dai 3 anni
ISBN 979-12-81495-01-2

In libreria dal 23 febbraio 2024

«Papà! Papà! C’è un mammut nel frigorifero!»
«Noè, smettila di dire stupidaggini. Vieni a mangiare le tue patatine».

Eppure, per quanto incredibile possa sembrare, il mammut è lì dentro veramente. Bisogna chiamare i pompieri e acciuffarlo! È così che ha inizio un inseguimento rocambolesco, con i vigili del fuoco a rincorrere il mammut con una retina per farfalle e l’enorme animale che si arrampica agilmente su un albero per non farsi acchiappare.

Forse è meglio tornare a casa e non pensarci. Almeno fino a quando la piccola Flavia non svelerà (solo a noi lettori) un segreto che risolverà il “pachidermico” problema…

Officina Babùk torna in libreria con un altro grande classico della letteratura illustrata per bambini in una nuova edizione con testo in simboli WLS: Un mammut nel frigorifero.
Un albo ironico e adorabile firmato da Michaël Escoffier e Matthieu Maudet che, con il loro inconfondibile humour e un tratto sintetico ed espressivo, aprono con delicatezza una finestra sul mondo dei più piccoli e su quei misteri che tenacemente i bambini custodiscono.

Come tutti i titoli del catalogo Officina Babùk, anche Un mammut nel frigorifero è identico all’originale nel formato e nella cura editoriale; l’unica differenza è rappresentata dal testo, ad alta leggibilità e arricchito, secondo le tecniche della Comunicazione Aumentativa Alternativa (CAA), dei simboli WLS (Widgit Literacy Symbols). Questi simboli, ampiamente utilizzati in molti Paesi del mondo e tradotti in ben 17 lingue, rappresentano uno strumento efficace per facilitare la comunicazione e la comprensione.

La nuova versione accessibile e inclusiva dei classici della letteratura illustrata proposta da Officina Babùk, che non altera l’equilibrio estetico fra testo e illustrazioni, è curata da Enza Crivelli e Sante Bandirali con l’obiettivo di rispondere  alla sempre crescente necessità di creare libri adatti a tutte e a tutti affinché anche le bambine e i bambini con difficoltà di lettura possano comprendere e apprezzare lo stesso libro delle loro compagne e compagni.

Officina Babùk nasce dalla fortunata collaborazione tra uovonero, casa editrice che ha una consolidata esperienza nel campo dell’editoria accessibile e dei libri in simboli, e Babalibri, marchio specializzato in albi illustrati di alta qualità. Questa nuova realtà editoriale, nata nel 2023, è dedicata interamente agli albi illustrati in simboli e segue l’esempio e l’ottimo riscontro ottenuto da I libri di Camilla (Collana di Albi Modificati Inclusivi per Letture Liberamente Accessibili), collana pubblicata da uovonero a partire dal 2016 che porta in libreria illustrati di successo dei principali editori italiani per l’infanzia ripubblicati in un formato comunicativo più accessibile. Una collana molto apprezzata che in poco tempo ha fatto aumentare la richiesta di libri con un testo a codice multiplo, verbale e iconografico.

I libri in simboli sono per tutti i bambini e le bambine!

I titoli di Officina Babùk disponibili in libreria:

  • La sedia blu, di Claude Boujon (trad. Maria Marconi)
  • Mangerei volentieri un bambino, di Sylviane Donnio e Dorothée de Monfreid (trad. Federica Rocca)
  • Papà-isola, di Émile Jadoul(trad. Federica Rocca)
  • La paura del mostro, di Mario Ramos (trad. Tanguy Babled)
  • Zeb e la scorta di baci, di Michel Gay (trad. Federica Rocca)
  • Un mammut nel frigorifero, di Michaël Escoffier e Matthieu Maudet (trad. Federica Rocca)

Se vuoi conoscere maggiori dettagli su questo titolo invia un’email a news@lachiccaufficiostampa.it

Condividi

Subscribe To Our Newsletter

Get updates and learn from the best

Scopri gli altri titoli

FESTIVAL GRADARA LUDENS 2024

Borgo di Gradara (PU) 21-22 settembre 2024 Torna lo storico Festival dei giochi nel borgo di Gradara!In programma sabato 21 e domenica 22 settembre 2024,

La grande fabbrica delle cacche

C’è una cosa che accomuna tutti gli esseri viventi… la cacca! Un nuovo, giocoso, volume della serie “La grande fabbrica” della coppia Nadja Balhadj e