Cerca
Close this search box.

Tutta la verità sui pirati

Spiegate le vele e… pronti all’arrembaggio!

Caissa Italia porta in Italia un grande libro illustrato che racconta chi erano (e chi sono) i pirati, con un mare di dettagli, curiosità e approfondimenti succulenti.

Il primo albo di divulgazione destinato a un pubblico di bambini “grandi”
che esplora in maniera minuziosa e trasversale il tema della pirateria.

Tra testimonianze reali e leggende, isole del tesoro e bottiglie di rum, scopriremo la verità su una delle figure più misteriose e affascinanti che popolano il nostro immaginario e i libri di Storia.

Tutta la verità sui pirati

scritto da Ekaterina Stepanenko
illustrato da Polja Plavinskaja
traduzione di Tatiana Pepe
cm 21 x 34
pp. 56, copertina cartonata
euro 25,00
ISBN 978-88-6729-1816
Età: 8+

In libreria dall’8 aprile 2024
Tra i vincitori di BCBF Illustrators Exhibition 2023

Benda sull’occhio, gamba di legno e pappagallo su una spalla: questa è l’immagine che si staglia nella nostra mente se pensiamo ai pirati. Ma questi intrepidi terrori dei mari erano davvero come ce li immaginiamo?

L’autrice e storica Ekaterina Stepanenko e l’illustratrice e artista Polja Plavinskaja ci accompagnano in un viaggio nella pirateria attraverso i secoli, dalle drakkar vichinghe alle isole piene di “tesori nascosti”, tra uccelli tropicali, superstizioni e navi fantasma fino ai filibustieri che solcano i mari ai giorni nostri, per scoprire che l’idea di pirata che è passata alla storia a volte si discosta dalla verità, ma che la realtà può essere molto più complessa e affascinante della finzione.

Tra Storia e immaginario

Tutta la verità sui pirati è il primo libro di divulgazione rivolto a un pubblico di lettori e lettrici già ben avviati alla lettura (dagli 8-9 anni in su) che esplora in maniera dettagliata e rigorosa il tema della pirateria, ponendo sotto una nuova angolazione quella figura di uomini impavidi, liberi e feroci che si è radicata nel nostro immaginario e facendo scoprire al lettore come fosse realmente la vita da banditi: piena di paure e pericoli, crudele e soprattutto molto breve.

Che si tratti del mito del pirata che beve soltanto rum o di quello che vuole forzieri pieni d’oro seppelliti sotto la sabbia delle isole dei Caraibi, Stepanenko mette a confronto quel che tramandano le leggende con quanto riportato in documenti, reperti e testimonianze, separando la realtà storica dalla finzione, allargando lo sguardo e sfatando molti miti portati avanti dalla tradizione.

Codice d’onore, Jolly Roger e donne pirata

È così che scopriremo che la famosa bandiera col teschio e le due ossa incrociate, il Jolly Roger, rappresentava un’efficacissima strategia di comunicazione ma che ogni ciurma adattava il simbolo alle proprie esigenze; o che, pur avendo tagliato i ponti con le leggi della società, i pirati erano lungi dall’essere senza regole e dovevano attenersi a un rigido codice d’onore, un vero e proprio contratto che garantiva l’equità a tutti i membri dell’equipaggio tanto nella spartizione del bottino quanto nell’assegnazione delle punizioni.

Se pensate poi che benda sull’occhio, uncino e gamba di legno fossero un modo per sfoggiare nobili cicatrici di battaglia, dovrete ricredervi, perché, con le conoscenze e i mezzi dei medici di bordo dell’epoca, quelli che sopravvivevano a ferite del genere si contano sulle dita di una mano.

Ma la pirateria non è una cosa “per soli uomini”, come dimostrano la vendicativa piratessa Jeanne de Belleville, la famigerata Grace O’Malley al soldo della Regina Elisabetta I d’Inghilterra, la fuggiasca Anne Bonny e l’inafferrabile Madame Wong, che spesso e volentieri erano perfino più temute dei loro “colleghi” maschi.

E ancora apprenderemo tante interessanti nozioni sulle navi più utilizzate, le differenze tra i tipi di vela e le armi migliori per un attacco a distanza o un arrembaggio. Per orientarsi nella grande varietà di informazioni disseminate nel libro, un indice ben strutturato fa da guida nelle diverse aree tematiche, lasciando il lettore libero di immergersi in questa “piccola enciclopedia piratesca” tutto d’un fiato o di indagare un singolo argomento, senza necessariamente seguire l’ordine delle pagine.

Collage e tavole di grande impatto

Le ricche illustrazioni a doppia pagina, materiche e ricercate, sono firmate da una illustratrice versatile e di grande talento, già apprezzata da Caissa Italia per un progetto dall’impronta grafica molto differente: Polja Plavinskaja è stata infatti lacoordinatrice del graphic novel Andrej Sacharov. L’uomo che non aveva paura, titolo fiore all’occhiello della casa editrice.

Tutta la verità sui pirati ha sfilato tra i vincitori della BCBF Illustrators Exhibition 2023 grazie all’espressività dirompente delle sue tavole e ai numerosi particolari che invitano a indugiare a lungo sulle figure. Usando la tecnica del collage, l’illustratrice ha integrato elementi del mondo reale con dettagli d’immaginazione: un incisivo e originale gioco di stampe, texture e impaginazione che ha dato luogo a pagine piene di significati e messaggi da decifrare oltre la superficie.

L’autrice

Ekaterina Stepanenko è scrittrice e redattrice presso la casa editrice Walking into History. Laureata presso la Facoltà di Storia dell’Università Statale di Mosca, è autrice di numerosi libri per bambini, alcuni dei quali scritti in collaborazione con la storica e divulgatrice Alexandra Litvina, scrittrice recentemente nominata per l’Astrid Lindgren Memorial Award.

L’illustratrice

Polja Plavinskaja, artista, illustratrice e co-fondatrice di una libreria indipendente, ha studiato presso l’Institute of Journalism and Creative Writing e poi Illustrazione alla British School of Design. Collabora con portali informativi, riviste e varie case editrici ed è stata art director della casa editrice Samokat. Ha coordinato il progetto grafico di Andrej Sacharov. L’uomo che non aveva paura, sempre pubblicato da Caissa Italia, e le sue illustrazioni per Tutta la verità sui pirati sono state selezionate dalla giuria di BCBF 2023.

La traduttrice

Tatiana Pepe, laureata in lingua russa, ha seguito un percorso accademico presso l’università di Bologna e per alcuni anni ha lavorato come traduttrice con i Paesi dell’Est. Del 2019 è l’ingresso nel mondo editoriale insieme a Caissa Italia. Da allora cura assieme all’editore la collana KIDS, oltre a firmare tutte le traduzioni del filone russofono.

La casa editrice

Caissa Italia è una casa editriceindipendente attiva dal 2002 che pubblica libri per bambini e ragazzi e si occupa di saggistica (scacchi e golf, settori per i quali è un punto di riferimento nazionale, e poi giochi, musica e linguistica), teatro e narrativa. È particolarmente nota per i premi vinti nell’ambito degli scacchi e per una collana di musica di prestigio con autori di primissimo piano. La linea Kids, nata nel 2017, si è presto distinta, ottenendo riconoscimenti importanti: tra i più recenti segnaliamo il Premio Nati per Leggere assegnato nel 2022 all’albo Amy & Louis di Libby Gleeson e Freya Blackwood; nel 2023, l’inserimento di Diario di guerra di Olga Grebennik nella Honour List di Ibby Italia e quello di Andrej Sacharov. L’uomo che non aveva paura nella shortlist dell’Enlightener Prize. Il nome “Caissa” rimanda alla driade protagonista di un poemetto di Sir William Jones (1763), poi diventata la dea protettrice del gioco degli scacchi. Il logo è firmato dal grafico e artista Ennio Tamburi, che ha curato il restyling della casa editrice nel 2009. L’editore e direttore editoriale è Yuri Garrett; in redazione ci sono Elena Montemaggi e Tatiana Pepe. I social sono curati da Haider Bucar.

https://www.caissa.it/
https://www.facebook.com/CaissaItaliaKIDS
https://www.instagram.com/caissa_italia/

CONTATTI STAMPA

Ufficio stampa laChicca di Francesca Tamberlani

cell. 338 1557825, f.tamberlani@lachiccaufficiostampa.it – francescatamberlani@gmail.com

lachiccaufficiostampa.it

Scarica la cartella stampa

Loghi

Se vuoi conoscere maggiori dettagli su questo titolo scrivi a news@lachiccaufficiostampa.it

Condividi

Subscribe To Our Newsletter

Get updates and learn from the best

Scopri gli altri titoli

FESTIVAL GRADARA LUDENS 2024

Borgo di Gradara (PU) 21-22 settembre 2024 Torna lo storico Festival dei giochi nel borgo di Gradara!In programma sabato 21 e domenica 22 settembre 2024,

La grande fabbrica delle cacche

C’è una cosa che accomuna tutti gli esseri viventi… la cacca! Un nuovo, giocoso, volume della serie “La grande fabbrica” della coppia Nadja Balhadj e