Cerca
Close this search box.

Niente è impossibile per noi

Per la prima volta in Italia i dirompenti albi illustrati di Eva Lindström, vincitrice dell’Astrid Lindgren Memorial Award 2022

Eva Lindström, autrice e illustratrice che ha portato una vera rivoluzione nel picture book in Svezia, insignita del prestigioso Astrid Lindgren Memorial Award, arriva finalmente anche in Italia. Niente è impossibile per noi, premiato con la selezione internazionale White Ravens, è una perfetta introduzione al mondo di Eva Lindström, con il suo umorismo un po’ assurdo e la grande capacità di raccontare il mondo con sguardo bambino.

NIENTE È IMPOSSIBILE PER NOI
scritto e illustrato da Eva Lindström
traduzione di Laura Cangemi
età 4+
collana Le Piume
cm 21 x 28
32 pp. illustrate a colori
copertina cartonata
euro 16
ISBN 9791254641095
Stampato su carta ecologica FSC®

In libreria dal 5 aprile 2024

Selezione White Ravens 2022

Dalla vincitrice dell’Astrid Lindgren Memorial Award 2022


A volte ti senti come un alieno che è atterrato da qualche parte con la sua astronave, ma non sa dove, perché e come. I due bambini protagonisti di questa storia si sentono così: hanno appena traslocato, con loro ci sono la mamma e il cane King, ma non il papà. Il lettore segue i due piccoli alieni mentre si misurano con la nuova vita, sempre uniti da un affetto indissolubile e da quella sensazione di onnipotenza che può sembrare esagerata, ma è anche un mantra per darsi forza e resistere. Dove sarà il papà? Quando arriverà? Ritornerà mai? Insieme al senso di perdita c’è tanto calore, i due bambini rappresentano la forza e l’indomito ottimismo. Niente è impossibile per loro.


Immaginazione, perdita, forza degli affetti e speranza tra le tematiche di questo toccante e ironico albo, che rappresenta bene l’universo visivo e poetico di Lindström: surreale ma anche toccante, divertente ma anche pervaso di una sottile malinconia. I suoi personaggi bambini sono sempre incredibilmente autentici, pensano e fanno cose che a un adulto potrebbero sembrare spiazzanti, proprio perché sono un ritratto senza filtri o edulcorazioni.

Proprio l’infanzia, con le sue esperienze e il suo punto di vista, è quasi sempre il punto di partenza delle storie di Eva Lindström. I suoi originalissimi mondi narrativi, attraverso i quali vagano strani personaggi smarriti, trasportano il lettore in un’altra dimensione, dove l’umorismo sagace si mescola all’assurdo. I confini che separano i bambini dagli adulti, o le persone dagli animali, sono spesso estremamente sottili.

Le sue illustrazioni hanno uno stile inconfondibile, con una prospettiva appiattita, particolari palette cromatiche e un segno ridotto all’essenziale, ma sempre geniale nel mostrare stati d’animo e sensazioni. Le storie di Eva Lindström sono suscettibili di molte interpretazioni e premiano una lettura lenta e riflessiva. Attraverso la lente dell’immaginazione dei suoi protagonisti bambini, il mondo appare in una luce diversa, la realtà può cambiare continuamente, una giornata ordinaria può essere interrotta da eventi straordinari.

Negli albi illustrati di Eva Lindström tutto è essenziale, e il non detto spesso racconta molto di più di quel che viene esplicitato. Come ha scritto la giuria della selezione internazionale White Ravens, nella motivazione al riconoscimento assegnato a Niente è impossibile per noi: “Nello spazio di dialogo tra testo e immagine, le motivazioni, i pensieri o i sentimenti dei protagonisti non sono mai completamente esplicitati. Questo lascia ai lettori un ampio margine di manovra per le proprie interpretazioni e riflessioni, il che è fantastico”.

Il lavoro di Eva Lindström è stato una grande influenza anche per i più giovani creatori di picture book nordici, tra cui per esempio Emma AdBåge (autrice de La Buca, La Natura, La ferita), che ne parla così: “Il mio rapporto con gli albi illustrati di Eva Lindström è lungo, stretto e caloroso. Mi piace molto il modo in cui i suoi libri sono così poco affettuosi, poco carini, poco accomodanti, sia nelle parole che nelle immagini. È una qualità profondamente comica ma anche emotivamente toccante. C’è un senso di semplicità ma anche di resistenza. Posso letteralmente dire che la adoro”.

Questo titolo fa parte del progetto Reading Diversity, co-finanziato dal programma Creative Europe dell’Unione europea. Il progetto, che ha un focus particolare sulla letteratura nordica per ragazze e ragazzi, sarà presentato alla Bologna Children’s Book Fair lunedì 8 aprile, alle ore 11:00, in Sala Allegretto. Il logo Reading Diversity è di Veronica Truttero.

L’autrice e illustratrice

Eva Lindström è nata nel 1952 e ha studiato alla Västerås Konstskola (la Västerås School of Art) e alla Konstfack (University of Arts, Crafts, and Design) di Stoccolma. La sua vasta produzione letteraria per bambini è iniziata negli anni Ottanta e comprende decine di albi illustrati sia come autrice completa che come illustratrice per altri autori, oltre a tre cortometraggi di animazione. Nel 2022 ha ricevuto l’Astrid Lindgren Memorial Award, il “Nobel” del libro per ragazzi, un riconoscimento che arriva dopo una lunga carriera, che l’ha vista anche per tredici volte nominata per l’August Prize in Svezia, per due volte vincitrice dello Snowball Prize come miglior albo illustrato, e per quattro volte nominata per l’Hans Christian Andersen Award. L’unicità dei picture book di Eva Lindström è data dalla sua straordinaria capacità, sia con le parole sia con le figure, di ritrarre emozioni e stati d’animo dei bambini, che possono riguardare tanto le grandi questioni della vita quanto gli avvenimenti più quotidiani, ma ugualmente densi di significato.

La traduttrice

Laura Cangemi, traduttrice dallo svedese, ha portato in Italia molte tra le maggiori voci della letteratura svedese, tanto da ricevere il Premio Promotore della Svezia in Italia della Camera di Commercio Italia-Svezia e il Premio dell’Accademia di Svezia per l’introduzione della cultura svedese all’estero. Dopo la laurea in Lingue e Letterature straniere all’Università degli Studi di Milano, nel 1988 ha firmato la traduzione del primo titolo pubblicato dalla nascente casa editrice Iperborea. Da allora ha tradotto oltre 200 libri dallo svedese, dall’inglese e dal norvegese, per le più importanti case editrici italiane. Si è specializzata nella traduzione per ragazzi e ha tenuto corsi sulla traduzione per ragazzi promossi dallo Swedish Arts Council. Tra i premi ottenuti con le sue traduzioni, la IBBY Honour List e il Natur & Kultur Foundation’s Translation Prize, assegnato dall’Accademia di Svezia.

LA CASA EDITRICE

CAMELOZAMPA è una casa editrice indipendente, vincitrice del BOP 2020 Bologna Prize for the Best Children’s Publishers of the Year per l’Europa. È nata nel 2011 e pubblica albi per la prima infanzia, picture book, non-fiction, narrativa per bambini e ragazzi, fino a giovani adulti. Produce libri di qualità, prestando grande attenzione a ogni aspetto, dai contenuti ai materiali (con l’utilizzo per esempio di carta FSC). Tra i suoi punti di forza la riscoperta di capolavori internazionali della letteratura per ragazzi, mai arrivati prima in Italia o finiti troppo presto fuori catalogo. A queste riscoperte affianca un lavoro di scouting per dare spazio alla creatività di autori e illustratori italiani e internazionali, emergenti o già affermati.

Loghi

logo camelozampa

 

info@camelozampa.comwww.camlozampa.com 

Scarica la cartella stampa

Se vuoi conoscere maggiori dettagli su questo titolo invia un’email a news@lachiccaufficiostampa.it

Condividi

Subscribe To Our Newsletter

Get updates and learn from the best

Scopri gli altri titoli

Starnazzi nell’orto

Torna l’irresistibile duo Pettson e Findus, con una nuova divertentissima avventura, un orto da proteggere e una serie di guai Arriva in libreria per Camelozampa,

Tutta la verità sui pirati

Spiegate le vele e… pronti all’arrembaggio! Caissa Italia porta in Italia un grande libro illustrato che racconta chi erano (e chi sono) i pirati, con

LEGGERE, GIORNO PER GIORNO.

Lettori e lettrici nel laboratorio di letturadi Frank Serafini e Suzette Serafini-Youngs Come si diventa lettori e lettrici “a vita e per la vita”?E quale