Cerca
Close this search box.

La parabola del panificio indipendente

Dal pluripremiato autore e illustratore di Unico nel suo genere, una storia dedicata a tutti quelli che, con il loro lavoro, resistono all’omologazione

In occasione della Bologna Children’s Book Fair lunedì 8 aprile ad Anonima Impressori inaugura la mostra La parabola del panificio indipendente

Neil Packer è l’Author Ambassador di Bologna Book Plus 2024

La parabola del panificio indipendente è un libro speciale: perché racchiude lo sguardo sul mondo di Neil Packer, geniale e pluripremiato illustratore e autore inglese (da Unico nel suo genere a Harry Potter e l’Ordine della Fenice). Perché con la semplicità fiabesca di una storia che ha il sapore di una “parabola”, e con le straordinarie illustrazioni ricche di minuziosi dettagli, racconta quello che sta succedendo alle nostre città, e la fatica di chi ogni giorno resiste alla continua spinta verso la standardizzazione. Un progetto speciale anche perché è stato “infornato con amore” da Camelozampa, casa editrice orgogliosamente indipendente, che lo pubblica per la prima volta, e stampato nell’ultima tipografia che resiste nella città di Venezia.

LA PARABOLA DEL PANIFICIO INDIPENDENTE
scritto e illustrato da Neil Packer
traduzione di Sara Saorin
età 9-99
collana le Scintille
cm 16 x 30
48 pp. illustrate a colori
copertina cartonata
euro 18,00
ISBN 9791254641101


Stampato su carta ecologica FSC®

In libreria dal 5 aprile 2024

La parabola del panificio indipendente è la storia di una città dove, un tempo, c’erano tante panetterie indipendenti, ognuna delle quali produceva ogni giorno del pane squisito, diverso per ogni panificio, ma sempre delizioso. Nel corso degli anni, però, una grande fabbrica ha rilevato tutte le panetterie indipendenti: i negozi sono rimasti, ma ora hanno tutti la stessa insegna, e si limitano a vendere il pane prodotto dalle grosse macchine della grande fabbrica. Un pane molliccio, insapore e sempre uguale.

L’anziana coppia resiste finché può, ma le offerte del signore della grande fabbrica si fanno sempre più pressanti, e sfornare ogni giorno quel pane così delizioso è un lavoro molto pesante. Così, i due panettieri alla fine cedono e finiscono per vendere la loro attività. Quando ritornano in città, dopo una lunga vacanza, i due scoprono che è ormai impossibile trovare del buon pane: anche il loro vecchio negozietto ha subito l’inevitabile trasformazione. La coppia di panettieri decide di prepararsi del pane a casa, ma l’irresistibile profumo che si diffonde per le strade della città risveglia negli abitanti il ricordo e il desiderio di quel pane delizioso…

Nelle parole del suo autore, “La parabola del panificio indipendente è una lettera d’amore e un tributo agli artigiani, non solo ai fornai, ma a chiunque realizzi, cucini, costruisca o crei su piccola scala. Persone che sono immensamente qualificate e hanno l’assillo del loro lavoro, gli dedicano tutta la vita”. Un progetto che ha iniziato a prendere forma mano a mano che Neil Packer osservava le piccole attività indipendenti della sua Londra scomparire una dopo l’altra, schiacciate dall’avanzare della gentrificazione. “Mi sembra, ogni volta che vado a fare una passeggiata per un quartiere che non visito da un po’, di scoprire l’assenza di un edificio che ho amato molto o addirittura, sempre più spesso di questi tempi, l’assenza di un intero isolato” spiega. “Ho la sensazione di perdere la mia storia personale di Londra, in realtà stiamo perdendo la nostra storia collettiva di Londra, a mano a mano che viene rapidamente sostituita da una sua versione profondamente opaca, tanto vuota e levigata e poco interessante quanto gli abitanti che adesso stanno rimpiazzando molti di noi, che non possiamo più permetterci di vivere nelle nostre case. Quindi questa è la storia dietro La parabola del panificio indipendente, una storia alimentata da un problema che non riguarda solo Londra, ma è una questione globale che ci ammonisce tutti sull’importanza di coltivare e difendere i piccoli negozi indipendenti in tutto il mondo, una storia dedicata a tutti coloro che lottano contro l’inarrestabile avanzata dell’omologazione”.

Alla sua seconda prova come autore completo – dopo una carriera quarantennale come illustratore – anche in questo nuovo lavoro Neil Packer dimostra la sua grande sensibilità: il suo testo ha il ritmo di una fiaba, è brillante e pieno di sottile ironia. Racconta con cristallina precisione la fatica del lavoro artigianale, la spinta che sembra inarrestabile verso l’appiattimento, ma anche l’orgoglio di chi si ribella e decide di cambiare le cose. E le stesse illustrazioni di Neil Packer sono un inno alla cura del lavoro artigianale, con i loro infiniti dettagli da scoprire, degni di un miniaturista, i molteplici riferimenti artistici, il gusto per i particolari come le molteplici forme del pane, che fanno quasi annusare il profumo di un forno in piena attività.

Un’edizione preziosa e raffinata, che non a caso è stata prodotta presso una piccola tipografia indipendente, Grafiche Veneziane – rilevata dagli stessi lavoratori, che hanno creato una cooperativa, quando rischiava di dover chiudere – l’ultima tipografia ancora attiva nella città lagunare di Venezia, una realtà a sua volta fortemente colpita dall’omologazione in senso turistico. Il logo “Printed on Water” riportato nel libro fa proprio riferimento a questa unicità, dato che i libri dopo la stampa sono stati letteralmente caricati sulle barche dall’approdo presso le Fondamenta Nuove.

In occasione della Bologna Children’s Book Fair, Neil Packer è stato scelto come Author Ambassador per Bologna Book Plus: ogni anno l’iniziativa Author Ambassador mette in luce un autore internazionale, ampiamente tradotto e conosciuto in tutto il mondo. 

Sempre durante la BCBF, ci sarà l’occasione di entrare nell’universo (e nel panificio) di Neil Packer con la mostra La parabola del panificio indipendente, presso Anonima Impressori (via San Carlo 44/A Bologna). In mostra alcuni bozzetti e originali di Neil Packer, oltre alla tavola “The Anti-Gentrification Train Garden”, la scintilla che ha dato inizio alla storia del panificio indipendente: nata come ferrovia disegnata per un trenino giocattolo, è diventata una piantina di Londra che ha dato forma ai timori per la progressiva sparizione di molti pub, locali, negozi più antichi dalle strade di una città sempre più omologata. In occasione dell’inaugurazione, lunedì 8 aprile alle 19:30, sarà presente Neil Packer e si potrà ricevere una speciale stampa realizzata con il torchio tipografico di Anonima Impressori. La mostra sarà visitabile dall’8 al 12 aprile, dalle 17:30 alle 20:00.

Con questo titolo, Camelozampa inaugura le Scintille, una nuova collana in cui racconto e illustrazione parlano a un pubblico trasversale: dalle ragazze e i ragazzi più grandi, fino agli adulti, perché il fascino per le belle storie con bellissime figure non ha limiti di età. Racconti brevi con testi che volano alto, dove la scrittura di qualità letteraria è indissolubilmente unita a uno sguardo indagatore, politico nel senso più puro, sul mondo. Storie potenti e universali, che accendono la scintilla del pensiero. Illustrazioni di grande valore artistico, raffinate e ricche di riferimenti visivi, per un pubblico che ama leggere anche le immagini, indugiare sui dettagli, farsi condurre nell’atmosfera unica di ogni racconto.


L’autore e illustratore

Neil Packer ha studiato grafica, illustrazione e stampa alla Colchester School of Art e ha avuto una carriera pluridecennale nella pubblicità e nel design, prima di approdare all’illustrazione editoriale.
Per The Folio Society ha illustrato diversi preziosi volumi a tiratura limitata, opere da collezione che regolarmente vanno esaurite. La sua ultima fatica è la raccolta delle Complete Plays di Shakespeare, uscita in occasione dei 400 anni dal First Folio, una meravigliosa edizione dalle eleganti rilegature su misura ispirate al ricamo nero elisabettiano, riprodotto in sontuosi tessuti jacquard di seta e lino tessuti da Stephen Walters & Sons, la più antica azienda di tessitura della Gran Bretagna. Ma si è misurato anche con la Divina Commedia, la cui prima edizione limitata è andata esaurita in tre settimane, oltre a classici come Il nome della rosa, Il Pendolo di Focault, Cent’anni di solitudine. È stato l’illustratore delle magnifiche edizioni dell’Odissea e dell’Iliade prodotte da Walker Books/Candlewick Press e scritte da Gillian Cross, mentre per Bloomsbury ha realizzato le illustrazioni di Le vie della seta (in Italia edito da Mondadori) scritto da Peter Frankopan, tradotto in dodici lingue.
Da sempre affascinato dall’idea della tassonomia, ha esordito come autore completo con Unico nel suo genere, tradotto in Italia da Camelozampa, bestseller che ha vinto nel 2021 il Bologna Ragazzi Award come miglior titolo di non fiction a livello mondiale, e nel 2023 il Premio Andersen come Miglior libro di divulgazione e il Premio Letteratura Ragazzi di Cento come Miglior narrazione per immagini.
Ha illustrato, in collaborazione con Jim Kay, l’edizione in grande formato di Harry Potter e l’Ordine della Fenice di J.K. Rowling (Bloomsbury, Salani per l’edizione italiana) realizzando immagini che sono degli autentici capolavori, in cui il suo rigore quasi scientifico si unisce all’amore per i dettagli. La parabola del panificio indipendente è la sua prima produzione di fiction come autore completo, realizzata per Camelozampa. Nel 2024 è stato scelto come Author Ambassador dell’anno da Bologna Book Plus, all’interno della Bologna Children’s Book Fair.

La traduttrice

Sara Saorin, laureata alla Scuola Interpreti e Traduttori di Bologna, è cofondatrice di Camelozampa, per la quale ha tradotto i titoli di autori come Marie-Aude Murail, Quentin Blake, Anthony Browne, Chen Jiang Hong, Christophe Léon, Florence Thinard, Gaia Guasti e altri ancora. Le sue traduzioni di Zagazoo di Quentin Blake e Ellen e il leone di Crockett Johnson hanno vinto il Premio Andersen rispettivamente nel 2017 e 2022. Ha inoltre tradotto il pluripremiato Unico nel suo genere di Neil Packer.

LA CASA EDITRICE

CAMELOZAMPA è una casa editrice indipendente, vincitrice del BOP 2020 Bologna Prize for the Best Children’s Publishers of the Year per l’Europa. È nata nel 2011 e pubblica albi per la prima infanzia, picture book, non-fiction, narrativa per bambini e ragazzi, fino a giovani adulti. Produce libri di qualità, prestando grande attenzione a ogni aspetto, dai contenuti ai materiali (con l’utilizzo per esempio di carta FSC). Tra i suoi punti di forza la riscoperta di capolavori internazionali della letteratura per ragazzi, mai arrivati prima in Italia o finiti troppo presto fuori catalogo. A queste riscoperte affianca un lavoro di scouting per dare spazio alla creatività di autori e illustratori italiani e internazionali, emergenti o già affermati.

Loghi

logo camelozampa

 

info@camelozampa.comwww.camlozampa.com 

Scarica la cartella stampa

Se vuoi conoscere maggiori dettagli su questo titolo invia un’email a news@lachiccaufficiostampa.it

Condividi

Subscribe To Our Newsletter

Get updates and learn from the best

Scopri gli altri titoli

Starnazzi nell’orto

Torna l’irresistibile duo Pettson e Findus, con una nuova divertentissima avventura, un orto da proteggere e una serie di guai Arriva in libreria per Camelozampa,

Tutta la verità sui pirati

Spiegate le vele e… pronti all’arrembaggio! Caissa Italia porta in Italia un grande libro illustrato che racconta chi erano (e chi sono) i pirati, con

LEGGERE, GIORNO PER GIORNO.

Lettori e lettrici nel laboratorio di letturadi Frank Serafini e Suzette Serafini-Youngs Come si diventa lettori e lettrici “a vita e per la vita”?E quale